In Evidenza Recensioni Libri

The Inheritance Games di Jennifer Lynn Barnes: la recensione

Un young adult che non rinuncia al mystery e neanche al romance

The Inheritance Games
ssdsdf
Condividi

Torno dopo un periodo di estrema latitanza per parlarvi di un libro che ho letto recentemente. Si intitola The Inheritance Games, è stato scritto da Jennifer Lynn Barnes e ha una copertina pazzesca curata da Sperling&Kupfer.

Sarà un po’ il titolo, sarà un po’ la trama e forse anche la copertina, ma sin dal primo momento ho pensato ad un forte riferimento alla trilogia di Hunger Games. In breve: la protagonista – Avery – eredita misteriosamente tutto ciò che era in possesso del miliardiario Tobias Hawthorne. Costui avrebbe potuto dividere il patrimonio in famiglia, avendo quattro nipoti e due figlie. Tuttavia, il vecchio ha ben pensato di stuzzicare i suoi famigliari con un’enigma. Avery non ha mai conosciuto Tobias e non sa perché quell’uomo l’abbia scelta come sua legittima erede. Tuttavia è intenzionata a scoprirlo. Per far sì che l’eredità sia definitivamente sua, Avery è costretta a scendere a compromessi, uno tra questi rimanere nella casa degli Hawthorne, senza poter cacciare nessuno di loro. Si prospetta una dura convivenza.

The Inheritance Games

La sua permanenza viene messa a dura prova nel momento in cui qualcuno tenta di ucciderla. Fin dove ci si può spingere per il denaro? E per conoscere la verità? Siamo davvero in grado di accettarla?

The Inheritance Games, lo consiglio?

Da queste premesse, intuirete che il romanzo tutto sommato ha un grande potenziale. Ammetto di non averlo letto tutto d’un fiato, ma perché ho avuto poco tempo da dedicare alla lettura. In caso contrario, credo che l’avrei terminato in un paio di giorni. È un romanzo scorrevole, con una storia che piazza diversi misteri e prova con un po’ di difficoltà a gestirli tutti insieme. In più non rinuncia al lato romance, che non guasterebbe se non fosse per la protagonista che ha le idee poco chiare e vuole per forza di cose puntare al triangolo amoroso (ma qui de gustibus).

Ammetto che, a mio dire, l’unico difetto è forse l’impostazione da fanfiction. Avrei eliminato alcune descrizioni per dare forse maggiore spazio all’approfondimento dei personaggi secondari. In ogni caso, è un romanzo che nasce per diventare una saga (o quantomeno una trilogia), per cui non aspettatevi di risolvere chissà quanti misteri tutti insieme. Quello che posso dirvi è che sicuramente qualcosa lo scoprirete ma, come ogni mystery che si rispetti, è anche giusto aggiungere altra carne al fuoco.

Se lo consiglio? Sì, se non vi dispiacciono i romanzi young adult che trattano il mystery. Io, in ogni caso, vi anticipo che hanno già acquisito i diritti per realizzarci una serie TV. E ho la netta sensazione che, se fatta bene, la serie potrebbe persino superare il romanzo.

Cristina

Divoro libri e non ho problemi con il binge watching. Cioccolato-dipendente, sono anche giornalista pubblicista.