In Evidenza Libri Recensioni Libri

Se non ci fossi tu di Beth Reekles: la recensione

Dall'autrice di The Kissing Booth arriva il primo romance ambientato a Natale

Se non ci fossi tu
Condividi

La magia del Natale ha colpito anche Beth Reekles, autrice conosciuta soprattutto per la trilogia di The Kissing Booth e che per la prima volta ha dato voce ad una storia ambientata nel periodo delle feste. Se non ci fossi tu è la prima commedia romantica natalizia della Reekles, arrivata in Italia con Dea Planeta nel 2021. La storia segue due sorelle gemelle, Cara ed Eloise, che si preparano ad affrontare un Natale alternativo.

La trama di Se non ci fossi tu

Beth Reekles ha messo in piedi una storia molto semplice, ricca di cliché e drasticamente natalizia. Cara ed Elosie sono due gemelle che amano particolarmente le vacanze natalizie, ma la vita talvolta cambia i programmi e il loro Natale sarà molto diverso da quello abituale. Cara si è trasferita a Londra ed è una stacanovista. Ha puntato ad una promozione ed è decisa ad ottenerla, mettendo a rischio persino il Natale. Una scelta che sua sorella Eloise non approva affatto.

Il Natale è una festa da trascorrere in famiglia con i propri cari ed Eloise non accetta un no come risposta. Cara, tuttavia, avverte che le sue priorità sono cambiate, ma non vuole negare a sua sorella la sua presenza, per cui le promette che quantomeno cercherà di esserci il giorno di Natale. Ma una serie di ostacoli porteranno le due sorelle a cambiare repentinamente programma per il 25 dicembre. Riusciranno a trascorrerlo insieme?

Cosa ne penso

Come già anticipato, Se non ci fossi tu è un romanzo ricco di clichè, ma non per questo meno piacevole. È una lettura che scorre veloce ed immerge perfettamente nell’atmosfera natalizia, portandoci al cospetto di una famiglia che per quanto adori questo periodo dell’anno deve fare i conti con gli ostacoli della vita. Ammetto che forse avrei gradito una connotazione più approfondita dei personaggi principali così come avrei preferito che l’autrice avesse concesso maggiore spazio al fattore romance (raggiunto un po’ frettolosamente). Ma è anche vero che si tratta di un romance natalizio e che tutto sommato la storia principale funziona. Le due sorelle separate da mille ostacoli hanno un unico obiettivo dall’inizio del romanzo, ovvero trascorrere insieme il Natale. Le storie d’amore, in questo caso, sono semplicemente un’aggiunta extra che non pesa affatto.

Se non ci fossi tu

Ho trovato questo romanzo piacevole da leggere sul divano davanti all’albero di Natale ed è una lettura fresca, leggera, veloce che consiglio agli amanti del romance e del tema natalizio. Per quanto sia ricca di clichè e priva di colpi di scena, l’ho trovato un romanzo adatto anche ai tempi che stiamo vivendo. Le difficoltà affrontate da Cara ed Eloise per il Natale rispecchiano – seppur in minor scala – le difficoltà che tutto il mondo, o almeno noi italiani, abbiamo assaporato sulla pelle a causa della pandemia. Quanti di noi hanno dovuto trascorrere il Natale chiusi in casa a causa del Covid? Quanti l’hanno fatto per precauzione? E quanti, invece, hanno dovuto pagare il prezzo di un pranzo in famiglia con una quarantena successiva?

Pur essendo stato pubblicato negli States nel 2019, ho trovato questa lettura perfetta per il Natale 2021. Non si parla di pandemia, questo è certo, ma il desiderio di famiglia e gli ostacoli da affrontare hanno avvicinato questo libro ancor di più al mio status attuale. Approvato!

Se non ci fossi tu

Cristina

Divoro libri e non ho problemi con il binge watching. Cioccolato-dipendente, sono anche giornalista pubblicista.